15 film programmati e mai realizzati sui Supereroi

In un periodo in cui sia la Marvel Cinematic Universe che la DC Universe annunciano una programmazione di film e telefilm per i prossimi 3 anni e una serie di progetti che arrivano al 2027, vogliamo ricordarci di tutti quei progetti nati e poi decaduti, di tutti quei film programmati e mai realizzati, di tutti quei supereroi che dovevano avere una nascita, una rinascita o un continuo, ma invece sono finiti così, senza lasciare traccia. Pellicole che non hanno mai visto la luce… almeno fin’ora. Quella che vi proponiamo, è una lista di 15 film che dovevano vedere la luce negli anni passati, ma che, invece, sono stati cancellati o posticipati a data da destinarsi.

Spider Man 4

Il primo di cui parliamo è Spider Man 4. La storia della quarta pellicola dell’uomo ragno targata Sam Raimi, Tobey Maguire e Kirsten Dunst è ritornata alla luce anche nei giorni scorsi, vista l’avviata produzione della terza pellicola della fortunata saga dello Spiderman di Tom Holland, targata Fox/Disney. All’epoca del terzo film, si era già pronti per un quarto capitolo. Il progetto iniziò nel 2007 e vide svariati cambiamenti di rotta. Si era pensato a Lizard o ad inserire la storia di amore e odio con Gatta Nera. Il progetto più avanzato, però, era quello di utilizzare Avvoltoio, dandogli il volto di John Malkovich o di riesumare l’idea di Mysterio (già varata per il terzo capitolo) con Bruce Campbell. Il progetto prevedeva anche un progetto univoco con i capitoli 5 e 6 della stessa saga. Lo scontro ideologico tra Sam Raimi e la Fox, però, fu senza pari. Raimi diceva A, la Fox diceva Z e non si trovava un punto di incontro. Quando Raimi annunciò l’abbandono del progetto, poco dopo la Fox diede annuncio del reboot con un Peter Parker al college. Che avessero già il progetto in ballo?

Gambit

Il film sul mutante Gambit fu annunciato molto tempo fa. La sua prima programmazione, come dicemmo anche noi in questo articolo, doveva essere del 2016. Inoltre, a differenza della sua prima apparizione col volto di Taylor Kitsch, si conosceva già anche quale sarebbe stato il nuovo attore ad interpretare questo eroe: Channing Tatum. Dall’annuncio, il film fu prima posticipato, poi vennero fuori dei dissapori tra Tatum e la produzione ed il successivo annuncio di un cambio di casting, poi di nuovo posticipato. Alla fine, il film di Gambit svanì dai radar. I progetti sui mutanti da parte della Marvel cambiarono, virando verso altri lidi come i New Mutant (film che dovrebbe vedere la luce quest’anno) ed il progetto è finito nel dimenticatoio.

The Sinister Six

Dopo i primi due capitoli di The Amazing Spider Man, il Peter Parker di Andrew Garfield non aveva convinto, ma la Fox aveva enormi piani su di lui. In primis, la creazione di un film spin off sui Sinistri Sei, una setta di sei villain del ragazzo ragno, uniti con il progetto comune di sconfiggerlo. Questo gruppo di super cattivi era un pallino dei produttori già nei film di Sam Raimi e sta tornando in auge ora nella MCU, ma il progetto principale doveva essere un seguito di The Amazing Spider Man. Infatti, alla fine del secondo film, vediamo Harry Osborn che recluta Rhino, dando inizio alla formazione della squadra. Fu anche annunciato il film per novembre del 2016, ma l’accordo tra Fox e MCU cambiò i piani. E non solo di questo film…

The Amazing Spider Man 3

…Infatti, nell’accordo tra Fox e Disney, c’era l’idea di un ulteriore reboot del ragazzo ragno, questa volta glissando sulla sua genesi. Alla Disney, infatti, non piaceva di inserire nella MCU un personaggio che, per ben due film, ne era stato completamente sganciato. Lo spiderman della MCU doveva avere un collegamento diretto con gli Avengers e con l’universo che stavano creando. Così, fu fatto un recasting, fu scelto di mandare Peter Parker ancora più indietro con l’età e fu scelto Tom Holland, che è diventato, per ora, l’uomo ragno più apprezzato nel cinema. Questo, anche a discapito di Andrew Garfield e del suo spiderman.

I Fantastici Quattro 3

All’epoca dei Fantastici 4, quelli originali con Chris Evans (poi divenuto Capitan America) e Jessica Alba, la Fox aveva già in cantiere un terzo film, nonostante i primi due non fossero stati eccezionali. La forza di queste pellicole, però, era chiara: gli antagonisti e, soprattutto, Victor von Doom che era stato il cattivo del primo ed aveva avuto un ruolo marginale nel secondo, grazie anche al volto di Julian McMahon. La traccia del copione, vedeva anche un figlio tra Reed e Sue, una relazione maggiore tra La Cosa e Alicia Masters, la ragazza cieca vista nel secondo film. In aggiunta, Tim Story, regista del film, annunciò anche l’apparizione di Black Panther nella pellicola, con il volto di Djimon Hounsou. La pellicola, per motivi di budget, venne accantonata a data da destinarsi, cancellazione che divenne definitiva con Chris Evans nuovo volto di Capitan America e con il reboot del 2015.

Fantastic Four 2

A proposito di questo reboot, il film che rivisita il quartetto di supereroi comandati dall’elastico Reed fu prodotto dalla Fox come progetto definitivo. Avevano osato con la Torcia Umana di colore… osato perché, tecnicamete, è il fratello di Sue. Avevano osato con un’età generale degli attori più piccola, quindi con un Reed giovane e senza quelle sfumature bianche nei capelli con il quale sappiamo riconoscerlo. Osarono così tanto, da annunciare sin da subito un sequel per due anni dopo, già messo in cantiere prima dell’uscita effettiva del film. La Fox credeva fermamente in questo progetto. Forse è per la delusione di botteghino, critica e fan del film che decisero, poi, di abbandonare il progetto del secondo film.

Justice League part 2

Nel 2015, quando la MCU era ormai già avviata, la DC provò una programmazione del proprio universo. Fu l’anno dell’annuncio del nuovo Batman di Ben Affleck, di Jason Momoa come Aquaman (che da simil-svedese divenne un personaggio hawaiiano), di Gal Gadot come Wonder Woman. In pieno momento di grande creatività della MCU che portava Civil War e un grande progetto in due parti con Infinity War, la DC annunciò Batman vs Superman e un progetto in due parti con la Justice League. Col senno di poi, fecero il passo più lungo della gamba: la MCU aveva una struttura creativa già ben rodata, la DC no. Per questo, il doppio progetto della Justice League vide la realizzazione di un solo film. E addio parte 2.

Reboot Green Lantern

Il film di Lanterna Verde fu un vero flop. Lo stesso attore Ryan Reynolds l’ha ribadito più volte, facendone varie battute su entrambi i film di Deadpool. Ma la Green Lantern Corp è una delle creazioni della DC più amate dai fan dei fumetti. Per questo, la DC ha pensato più volte ad una riproposta del supereroe o dell’intero gruppo. Noi stessi scrivemmo del primo annuncio, che programmava una nuova pellicola su Green Lantern per aprile di quest’anno, poi rimandato. Fu annunciato poi un film sull’intera Corp sempre per quest’anno in estate, anche quello rimandato. Ad oggi, non ci sono altre date o pellicole dedicate in programma. Che abbiano desistito?

Silver Surfer

Silver Surfer ha sempre avuto un enorme seguito, soprattutto in America. Forse per il fascino dell’antieroe, del personaggio tormentato. Una sceneggiatura per un film sull’eroe argenteo fu realizzata già nel 2000 da Andrew Kevin Walkter, già sceneggiatore di Seven. Poi il personaggio fa la sua comparsa nel secondo film dei Fantastici 4, con un finale che apre ad un eventuale spin-off che doveva essere scritto, però, da J. Michael Stracynski, andando ad esplorare l’origine del personaggio. Il progetto venne poi accantonato definitivamente, forse per lo scarso successo del film con i Fantastici 4.

Blade 4

Nonostante Iron Man o Hulk, il primo grande successo cinematografico della Marve è stato Blade. Il personaggio, un po’ dark, ma anche molto umano, ha conquistato tutti quanti prima anche degli X-Men e di Wolverine. In un certo qual modo, Blade è stato il film che ha spianato la strada a tutto il resto. I primi due film del franchise ebbero un grande successo e si progettava una serie molto lunga di film. Poi venne Blade Trinity che fu un flop al botteghino e della critica. Il sequel doveva vedere il nostro eroe alle prese con un mondo governato interamente dai vampiri, ma l’allontanamento dello sceneggiatore David S. Goyer e della star Wesley Snipes sancirono la fine del progetto. Inoltre, l’anno scorso è stato annunciato il progetto di un reboot nella MCU.

Cyborg

Nella progettazione iniziale del nuovo grande universo della DC, come potete vedere anche in questa lista, si era pensato dare ad ogni eroe presente nella Justice League un proprio film stand alone. Così è stato per Wonder Woman e Aquaman, Flash ha la sua serie tv e Cyborg? Il personaggio metà robot e metà umano aveva un suo film in programma per aprile di quest’anno. Poi il silenzio ed il successivo abbandono del progetto. La ripresa del personaggio in serie tv come Doom Patrol (dove ha anche un altro volto), ma ancora nessun film su Cyborg all’orizzonte.

X Men Origins – Magneto

Nel 2009, uscì il film X Men Origins – Wolverine. Questo doveva essere l’inizio di una serie di film chiamati tutti X Men Origins, dove avremmo visto la nascita dei personaggi più famosi della saga, tra cui Magneto, secondo in programma ad avere un film personale. Invece, il film è diventato l’inizio di una piccola saga sul personaggio portato da Hugh Jackman, che ha portato a Wolverine l’Immortale ed a Logan – The Wolverine. Così, X Men Origins – Magneto, che doveva vedere la nascita del personaggio, fu un progetto abbandonato, per dare spazio, poi, a X Men – First Class, film che ha ridato lustro a tutta la saga.

The Incredible Hulk 2

The Incredible Hulk è stato il capostipite della MCU e, nonostante il film possa piacere o meno, è indubbio che sia stato il sassolino che ha fatto partire la valanga. Anche per questo, per molto tempo si è pensato a proporne un seguito. Il primo film era, infatti, impostato per un sequel, visto che il personaggio di Samuel Sterns iniziava la sua trasformazione in The Leader verso la fine del film. Si pensava a riproporlo anche in seguito, nella cosiddetta Fase 2, ma l’avere un attore diverso (l’Hulk degli Avengers è Mark Ruffalo, mentre nel film personale del personaggio era Edward Norton) e l’idea di poter proporre la versione di Planet Hulk nel terzo film di Thor, fecero definitivamente accantonare l’idea.

Daredevil 2

Il primo film di Daredevil, quello con Ben Affleck ad interpretare Murdock, era impostato per avere un sequel. Doveva comparire Kingpin in tutto il suo splendore, giocare sulle dinamiche tra lui ed il Diavolo di Hell’s Kitchen. Si stava già scrivendo la storia, con Michael Clarke Duncan pronto a riprendere il personaggio del Kingpin nero, la possibilità di far apparire Mr. Fear… invece la Fox puntò sullo spin-off di Elektra, posticipando Daredevil 2. L’esito quasi catastrofico di Elektra, portò lo studio ad abbandonare il piano del secondo film. Si pensò in un reboot con il regista David Slade, ma non venne più portato avanti. Alla fine, Marvel e Netflix hanno portato Daredevil sul piccolo schermo, con ottimi risultati.

Dark Justice League

Questo ultimo progetto, è uno di quelli in ballo da parecchi anni. Era il 2013 quando Guillermo Del Toro, regista premio Oscar con La forma dell’acqua, annunciò di avere in progetto la stesura di una sceneggiatura su questo gruppo di anti-eroi guidati da John Constantine. Tutto sarebbe dovuto partire dopo le riprese di Crimson Peak, dello stesso anno, ma la nascita di un universo unico della DC ritardò la produzione. Nel 2015, sempre Del Toro ritornò sull’argomento, dicendo che stava scrivendone il copione e che sarebbe entrato all’interno dell’universo condiviso della DC. L’anno dopo, Del Toro fu cassato, per dare la regia a Doug Liman e la sceneggiatura a Scott Rudin e Michael Gilio. Il titolo venne confermato nel Dark Universe, ovvero nell’universo della Warner riguardante tutti i mostri ed iniziata con La Mummia con Tom Cruise. Poi, anche la Dark Universe è crollata, quindi del film non se ne sa più nulla.

 

Rispondi